A un anno dalla laurea lavorano il 58% dei laureati

Tieniti Aggiornato! Iscriviti ora Gratis al Feed RSS
Tieniti Aggiornato! Iscriviti ora Gratis al Feed RSS

UniversiNet.it -Un’università capace “di guardare alle aspettative dei giovani e alle esigenze del mondo del lavoro”: è questa la filosofia di fondo che ha animato “Un movimento per la comunicazione”, il VI Incontro Nazionale degli studenti e dei docenti di Scienze della Comunicazione che si è svolto al COM.Lab di Bologna, Stati Generali della comunicazione pubblica in Italia e in Europa. La conferenza è stata l’occasione per un vivace dibattito mirato ad illustrare e verificare le strategie didattiche degli atenei, studiare nuove sinergie in un’ottica di confronto e di apertura alle parthnership con le imprese. Come ha sottolineato Mario Morcellini, presidente della Conferenza di Scienze della Comunicazione, questo incontro annuale, giunto alla sesta edizione, è diventato sempre più un “movimento” in grado di portare avanti “un progetto culturale collettivo”, ma soprattutto di incidere sulla revisione dei percorsi formativi creando un dialogo e una sinergia permanente con gli stakeholders.

Tale necessità di dialogo continuo è stata ribadita da Giampaolo Fabris che nella sua lezione magistrale ha sottolineato come “le imprese vadano progressivamente richiedendo per il ruolo di brand manager laureati in comunicazione, più che provenienti dalle tradizionali discipline aziendalistiche”, proprio per la loro formazione multidisciplinare e le competenze pratiche.

A confermare il buono stato dei Corsi di Comunicazione, i dati Almalaurea presentati da Andrea Cammelli, direttore del Consorzio Interuniversitario: “a un anno dalla laurea lavorano il 58% dei laureati, un valore superiore alla media nazionale del 53%. Il 14% dei neolaureati continua la formazione (il 21% su scala nazionale) e a cinque anni dalla laurea il 92% dei laureati ha una piena occupazione, contro una media nazionale dell’ 85%”.

La seconda parte dell’evento è stata dedicata alle testimonianze di giovani laureati in comunicazione che hanno raccontato la loro esperienza di formazione e il proprio successo nel mondo del lavoro e alla premiazione dei vincitori del primo concorso della Comferenza, “Idee per comunicare” iniziativa nata – come ha sottolineato Pina Lalli, Università di Bologna – per rendere visibile il lavoro degli studenti e la loro capacità di ricerca e di innovazione.

Lucio D’Alessandro, dell’Università Suor Orsola Benincasa Napoli, ha concluso sottolineando come la mission dei Corsi di Comunicazione sia quella di puntare alla “qualità della didattica, all’interdisciplinarietà ed a una formazione professionale mirata a favorire il placement”.