Scuola a rischio: nel 2014 Boom di docenti in pensione

Rischio aule vuote
Rischio aule vuote

Universinet.it – Finalmente si respira nuova aria per la precarietà che da molto tempo ha colpito l’Italia. Sono tanti i docenti che hanno visto aprirsi una nuova porta per il loro futuro, per il loro lavoro minacciato dalla crisi e dai problemi che attaccano l’Italia.

Per questo, ecco le buone notizie per i docenti vincitori del maxi concorso a cattedra e per quei tanti insegnanti inseriti nelle graduatorie già da molti anni. Le ultime notizie che si stanno diffondendo velocemente sul web, riguardano i tanti pensionamenti di questo anno. Infatti si prevede che per Settembre 2014 ci sarà un notevole incremento di docenti in uscita. Più o meno, si contano intorno ai 13 mila docenti. Dunque si sta cercando di seguire la strada che il Ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza, ha indicato, in modo da portare freschezza e novità alla scuola italiana. Un intervento netto e decisivo su quella falla che da anni occupa il mondo della scuola. A seguito di questo boom di pensionamenti, le cattedre libere saranno tante e l’intenzione del Ministro è quella di bandire nuovi maxi concorsi per docenti. Questi concorsi saranno attivati entro il 2015. Con la speranza che tutti quei docenti ormai decrepiti nella scuola, lascino il posto a tanti giovani che meritano fiducia e stima. In modo che anche i giovani avendo a loro fianco persone aperte al dialogo, al confronto e alle nuove sfide educative, possano essere invogliati allo studio, e alla grande bellezza della cultura.

Quindi ragazzi non scoraggiatevi. L’antico marciume sta per essere gettato via dando spazio ai virgulti di primavera.

Simone Nardi