teatro sistina:si canta con gli scugnizzi

Roma-Al Sistina un Musical tutto napoletano con protagonisti under 25, un successo per tutta la compagnia. Da vedere
150.000 spettatori in soli 3 mesi di repliche, cast napoletano doc, canzoni orecchiabili. Sono questi gli ingredienti di C'era una volta…scugnizzi. Uno spettacolo, scritto da Claudio Mattone (autore anxhe delle musiche e dei testi) ed Enrico Vaime e con le coreografie di Gino Landi, che trascina il pubblico dall'inizio alla fine facendolo cantare e ballare a tempo di musica..napoletana naturalmente. Si' perchè il cast composto da attori/cantanti giovanissimi selezionati tra migliaia di candidati ai provini fatti dalla produzione, è tutto napoletano così come i testi e le canzoni.
C'era una volta Scugnizzi è la storia di un gruppo di ragazzi usciti dal riformatorio che trovano nella canzone un modo per uscire non senza difficoltà, da una fatta di galera e pregiudizi e malavita. Il merito è del prete coraggio interpretato da Sal Da Vinci tra i pochissimi professionisti del gruppo, che ex detenuto darà ai ragazzi la speranza e la forza di credere in un futuro migliore.
Lo spettacolo fu pensato e scritto nell'87 su suggerimento di Nanny Loy-ci dice l'autore Mttone-e si trattava di un film musicale ambientato nel carcere minorile di Nisida . Ne nacquero canzoni che ebbero grande successo e la colonna sonora vinse tutti i premi più prestigiosi da Nastro d'Argento a 2 David di Donatello etc.-Allora pensai di trarre uno spettacolo per il teatro, una storia di passioni, di musiche che raccontasse la vita dei ragazzi di strada, lontano però dagli stereotipi e con ironia-.
Lo spettacolo è ben riuscito. Gli attori bravissimi. Si esce cantando.
Maricetta Agati