Berlino superguida per studenti e turisti

Berlino
Erasmus o vacanze a Berlino

UniversiNet.it – L’estate è ancora lontana ma l’incognita sulla meta dove trascorrere le vacanze è sempre impellente e quindi voglio consigliare la città europea che più mi ha affascinato: Berlino. Propongo un piccolo vademecum…

L’estate è ancora lontana ma l’incognita sulla meta dove trascorrere le vacanze è sempre impellente e quindi voglio consigliare la città europea che più mi ha affascinato: Berlino. Propongo un piccolo vademecum per chi fa l’ottima scelta di recarsi in questa splendida capitale.

Perché Berlino?
Perché è una capitale europea piena di vita e fatta su misura per i giovani e gli studenti, grazie ai prezzi più che abbordabili e perché per le strade si respira una vitalità multietnica e una integrazione sbalorditiva. I turisti vengono ben considerati e se non si parla tedesco, l’inglese viene compreso e parlato da quasi tutti i berlinesi.

Come raggiungerla?
Personalmente ho raggiunto Berlino in aereo con un volo dell’ Air Berlin molto economico; se si è in possesso di una carta di credito consiglio di prenotare il volo via internet perché in questo modo è possibile trovare biglietti andata-ritorno a prezzi veramente vantaggiosi e molto spesso più bassi rispetto al viaggio in treno o in macchina.

Dove alloggiare?

La città offre innumerevoli ostelli molto economici, inoltre spesso non è necessario acquistare costose tessere associative (come avviene in Italia).Gli ostelli berlinesi sono sparsi ovunque per la città e sono formidabili per igiene e orari di rientro illimitati; inoltre la maggior parte è dotata anche di internet point. E’ consigliata la prenotazione via web.

Dove mangiare?

La multietnicità di Berlino può venire in aiuto infatti sono presenti tantissimi ristorantini etnici (turco, indiano, giapponese, cinese, thailandese, etc…) piuttosto a buon mercato. Sconsiglio vivamente di recarsi nei ristoranti italiani o almeno di informarsi sugli ingredienti delle portate per evitare clamorose delusioni gastronomiche; piuttosto meglio un tipico bratwurstel.

Come muoversi?

Muoversi è veramente semplicissimo perché la città è completamente coperta da metropolitana (M), sopraelevata (S) e autobus che circolano anche di notte. E’ molto conveniente fare un biglietto settimanale (circa 23.40 €) che consente di muoversi senza problemi e di risparmiare parecchio anche perché le multe sono salatissime ed i controllori in borghese (turista avvisato…).

Come visitarla in modo critico vivendola e senza tralasciare niente?

Consiglio di pianificare il primo giorno le cose a cui si è interessati di più, facendo attenzione a calcolare i tempi di spostamento da un luogo all’altro perché la città è immensa.
Stupendo è il contrasto tra Berlino Est ed Ovest; la differenza di architettura da una parte all’altra toglie letteralmente il fiato!
Non perdete l’occasione di visitare i musei perché il costo del biglietto è veramente irrisorio ed è anche disponibile una tessera cumulativa per gli studenti della validità di tre giorni al costo di 5 € che permette di visitare tutti i musei.

Tra le tante mete possibili consiglio:

– Museo Bauhaus: fondamentale per tutti gli studenti interessati all’arte, all’architettura e al design. il museo propone innumerevoli oggetti di design risalenti agli anni ’20-’30, progetti e modellini in pieno stile Bauhaus (www.bauhaus.de/ ).

– Hamburger Bahnhof: è il museo d’arte contemporanea costituito da spazi immensi dove si susseguono mostre collettive di artisti internazionali come Wharol, Kiefer, Twombly, Beyuss, etc…(/www.hamburgerbahnhof.de).

– Film Museum Berlin: E’ situato vicino a Potsdamer Platz. Tappa imprescindibile per tutti i cinefili e gli appassionati. Ci si sente immersi in un’ atmosfera suggestiva a metà tra il noir e la tecnologia, in un gioco di specchi coinvolgente e affascinante. Propone documenti, manoscritti , materiale video e qualunque cosa riguardi il cinema tedesco ed in particolare il cinema espressionista degli anni ’20 e ’30 da Murnau (Nosferatu, Faust) a Wiene (Il gabinetto del dottor Caligari), un’ampia sezione su Marlene Dietrich con i costumi originali, un settore riservato agli effetti speciali del cinema (www.filmmuseum-berlin.de).

– Sony Center: A due passi da Potsdamer Platz è un’esempio di architettura ultra-tecnologica e disorientante, simbolo della rinascita di Berlino dopo la caduta del muro.

Come vivere la notte?

Berlino offre il meglio di sé anche di notte e soddisfa qualunque gusto. I locali sono disseminati praticamente ad ogni angolo e si trova veramente di tutto.
Personalmente consiglio di visitare uno stupendo centro sociale-culturale fuori da qualunque logica politica: il Tachless che si estende all’interno di un palazzo di quattro piani reduce dei bombardamenti esternamente e, internamente, ristrutturato da artisti e writers berlinesi. Ad ogni piano c’è un locale e c’è anche un laboratorio artistico dove si può accedere liberamente. La musica è dal vivo e con d.j..

Spero di aver convinto a visitare e vivere questa città eclettica, vitale, intensa e ricca di possibilità, non mi resta che augurare buona Berlino a tutti!