Debiti formativi, si ripara a Settembre?

UniversiNet.it – Esami a Settembre il Ministro Gelmini dice di crederci. A pochi giorni dal termine delle lezioni, ancora non è chiaro cosa accadrà ai debiti formativi. L’ultima riforma Fioroni ha reintrodotto l’obbligo di recupero entro l’anno, una sorta di ritorno all’esame di riparazione, ma le scuole non hanno ancora ricevuto i fondi e chiare linee di indirizzo su come organizzare i cd corsi di recupero o corsi di sostegno.

 

«Credo – ha aggiunto il ministro dell’Istruzione Gelmini – che gli studenti debbano certamente ottenere il diploma ma il questo non deve avere solo valore legale ma essere un obiettivo formativo concreto. Credo, quindi, che le lacune vadano colmate». Per quanto riguarda gli esami di riparazione il ministro dichiara che «oggi dobbiamo affermare la necessità del recupero dei debiti scolastici. Intervenire sulla normativa per puntare sull’autonomia delle scuele e quindi favorire un’organizzazione territoriale dello svolgimento del recupero, dopo di che – precisa Gelmini – devo dire che io non sono contraria al ritorno degli esami di riparazione. Ma saranno valutazioni che faremo nelle sedi opportune quindi innanzitutto nelle commissioni di Camera e Senato e poi attraverso un confronto con i protagonisti della scuola».

 

LEGGI ANCHE:

 

Exit mobile version