Corso ?I modelli lineari e non lineari: procedure statistico-informatiche?

Dal  giorno 5 maggio all’ 8 maggio 2008 dalle ore 9,30 alle ore 13,30 si terrà presso il CISC (Centro  informatico di Sociologia e Comunicazione) il Corso “I modelli lineari e non lineari: procedure statistico-informatiche”.

Tale corso, tenuto dal Dr. Francesco Truglia , è rivolto agli studenti delle Facoltà di Sociologia e Scienze della Comunicazione, ai dottorandi, assegnisti del DISC o dei Dipartimenti convenzionati Il modulo di iscrizione al Corso, che è scaricabile all’indirizzo http://www.discuniroma1.it/disc/modulocorso05-08.rtf  deve essere firmato da un docente afferente ai suddetti Dipartimenti oppure da un docente a contratto di una delle due Facoltà. Le prenotazioni al corso iniziano il giorno 21-04-08 presso il C.I.S.C. alle ore 9.00. Per motivi logistici il numero  massimo di partecipanti è di 20  studenti. Avranno la priorità i laureandi che dovranno allegare al modulo di iscrizione una copia del modulo di assegnazione tesi.

Programma

 

 

 

Periodo di svolgimento: il corso avrà luogo dal 5 maggio all’8 maggio. Sono previste 15 ore di lezione frontale e 15 ore circa di esercitazione individuale e di gruppo.

Destinatari: il corso è destinato a studenti, dottorandi, assegnasti di ricerca.

Breve descrizione del corso: Il corso ha come obiettivo quello di introdurre l’utente all’utilizzo di alcune tecniche statistiche che fanno riferimento ai modelli lineari e non lineari di analisi dei dati. Il taglio che si intende dare è marcatamente pratico-applicativo. A tale scopo saranno illustrate le procedure statistico-informatiche per l’analisi di casi studio. Una particolare attenzione sarà rivolta alle procedure informatiche e all’interpretazione degli output. Tuttavia, pur privilegiando l’aspetto informatico-applicativo non saranno trascurati, senza scendere in una eccessiva formalizzazione, gli aspetti statistico-metodologici indispensabili per un approccio critico all’analisi dei dati. Le tecniche e le procedure proposte nel corso sono proprie sia dell’approccio esplorativo che  confermativo all’analisi dei dati.

Modalità di verifica: esercitazione su casi studio.

Calendario delle attività

1ª Giornata

  • Analisi preliminare dei dati come momento “diagnostico” per accertare requisiti e proprietà distributive (normalità, linearità, omoschedasticità, ecc.) delle variabili esaminate.
  • Esercitazione guidata

2ª Giornata Analisi della regressione lineare semplice:

  • gli assunti di base;
  • procedure informatiche-computazionali;
  • lettura critica dell’output.
  • Esercitazione guidata.
  • Verifica del grado di adattamento e principali indici diagnostici.

3ª Giornata Analisi della regressione multipla:

  • gli assunti di base;
  • procedure per la scelta dei predittori;
  • procedure informatiche-computazionali;
  • lettura critica dell’output;
  • esercitazione guidata.

4ª Giornata Introduzione ai modelli non lineari:

  • modello logistico ;
  • aspetti teorici;
  • assunti di base;
  • procedure informatiche-computazionali;
  • lettura critica dell’output.

5ª Giornata Modello logistico

  • la validazione del modello logistico;
  • esercitazione guidata sui modelli logistici.


l futuro del passato Perché studiare comunicazione alla “Sapienza” Formare nuovi protagonisti della società dell’informazione in grado di occupare i territori comunicativi moderni. É questa la promessa implicita in una Facoltà dedicata alle Scienze della Comunicazione; l’obiettivo dell’offerta universitaria sembra anzitutto quello di formare persone in grado di appropriarsi della comunicazione, ancorandone i saperi – spesso apparentemente volatili e poco autonomi – a forme concrete e distintive di conoscenza, di professionalità, di “impegno sociale”. Dietro questa mission si evidenzia in maniera chiara una specifica idea di disciplina, ma anche una prefigurazione della fatica che necessariamente si richiede per il raggiungimento dell’obiettivo.

Approfondisci Qui…