Borse di studio

UniversiNet.it – Le borse di studio sono aiuti economici che hanno l’obiettivo di contribuire ai costi di mantenimento sostenuti dagli studenti e sono, pertanto, di differente importo in relazione allo status dello studente.

Le borse di studio per universitari possono essere di due tipi: Borse di studio Universitarie e Borse di studio Regionali.

Informazioni per le Borse di studio alla Università La Sapienza: Clicca qui

Borse di studio Universitarie

Sono erogate dalle singole università e sostengono gli studenti capaci e meritevoli, privi di mezzi. Sono erogate, agli studenti idonei non beneficiari delle borse di studio concesse dalle Regioni e dalle Province autonome.
Borse di studio
Regionali
Le eroganole Regioni e dalle Province autonome nei limiti delle risorse finanziarie disponibili nei propri bilanci integrate da un fondo erogato annualmente dallo Stato.
Rientrano tra i servizi e gli interventi non destinati a tutti gli studenti, insieme al servizio mensa, ai servizi abitativi, ai prestiti d’onore, ai contributi per la partecipazione a programmi di studio che prevedono mobilità internazionale

Attenzione
I criteri attuali per la concessione degli interventi sono definiti nel DPCM 9 aprile 2001 “Disposizioni per l’uniformità di trattamento sul diritto agli studi a norma dell’art.4 della legge 2 dicembre 1991, n.390″.

Come richiedere ed ottenere un Borsa di studio

Le borse sono attribuite per concorso – bandito annualmente dall’Ente regionale per il diritto allo studio – agli studenti iscritti ai corsi universitari (vedi art. 3, DPCM 9 aprile 2001) e agli iscritti alle istituzioni per l’alta formazione artistica musicale e coreutica (vedi art. 15, DPCM 9 aprile 2001) idonei nelle graduatorie in relazione al possesso dei requisiti relativi alla condizione economica e al merito (art.5 DPCM 9 aprile 2001).

Per gli immatricolati per la prima volta al primo anno dei corsi i benefici sono attribuiti se in possesso dei requisiti relativi alla sola condizione economica. I requisiti di merito sono valutati successivamente (art.6 del DPCM 9 aprile 2001).

Autocertificazione

Gli studenti richiedenti le borse di studio e i relativi servizi autocertificano la dichiarazione relativa alla propria condizione economica e di merito (le università e gli organismi regionali verificano l’attendibilità di quanto dichiarato effettuando controlli a campione che interessano annualmente il 20% degli idonei).

Attenzione

Le Università e gli enti regionali per il diritto allo studio procedono al controllo della veridicità dei dati relativi alla situazione familiare dichiarata dai beneficiari con i dati in possesso del sistema informativo del Ministero delle Finanze e/o richiedendo documentazione integrativa allo studente stesso.

Chi è idoneo?

Tutti gli studenti che, in base ai requisiti, risultano collocati nelle graduatorie predisposte dagli Enti regionali. Tali studenti hanno diritto all’esonero totale dal pagamento della tassa di iscrizione e dei contributi universitari

Chi è beneficiario ?

Tutti gli studenti che in base alle disponibilità finanziarie della regione o della provincia autonoma ottengono la effettiva erogazione della borsa di studio.

Exit mobile version