Esame di Terza Media 2023: Tutte le info sulle date e sulle prove

Share

di Paolo Genovese
Dopo un periodo di sfide e adattamenti dovuti alla pandemia da Covid-19, gli studenti si preparano a affrontare il primo esame di Terza Media del 2023. Questo momento cruciale segna una pietra miliare nella loro vita scolastica, dove devono dimostrare le loro competenze acquisite nel corso degli anni. Come previsto, il Ministro Valditara ha deciso di riportare l’esame di Stato alle sue origini. L’edizione del 2023 prevede tre prove scritte, ovvero italiano, matematica e inglese, accompagnate da un colloquio orale. Questo ritorno all’impianto tradizionale dell’esame potrebbe suscitare preoccupazione tra gli studenti, ma la graduale normalizzazione delle attività scolastiche offre loro la possibilità di mostrare le proprie abilità.

Le Date: Quando inizia l’esame di Terza Media 2023

A differenza delle scuole superiori, le date dell’esame di Terza Media non vengono stabilite centralmente dal Ministero dell’Istruzione, ma autonomamente da ogni singola scuola. Tuttavia, l’unico vincolo imposto dal Ministero è che l’esame venga sostenuto entro un intervallo di tempo compreso tra l’ultimo giorno di scuola e il 30 giugno 2023. Questo offre una certa flessibilità alle scuole nell’organizzazione delle date degli esami.

Esame di Terza Media 2023: le prove

L’edizione del 2023 dell’esame di Terza Media propone una serie di prove che metteranno alla prova le competenze degli studenti. Le tre prove scritte sono italiano, matematica e lingua straniera. La prova di italiano richiede la redazione di tre tipologie di compito: testo narrativo, testo argomentativo e comprensione del testo. La prova di matematica invece, include problemi su diverse tipologie di compito, come problemi matematici e quesiti a risposta aperta, che coprono gli argomenti trattati durante l’anno scolastico. La prova di lingua straniera metterà alla prova le competenze degli studenti attraverso domande ed esercizi di inglese e dell’altra lingua straniera studiata.

L’Esame Orale
L’ultima fase dell’esame consiste nel colloquio orale, durante il quale gli studenti saranno interrogati da una sottocommissione d’esame su diverse discipline di studio. Durante il colloquio, verranno valutate le capacità di argomentazione, la risoluzione di problemi, il pensiero critico e riflessivo, nonché il collegamento tra le diverse materie di studio.

Esame di Terza Media 2023: valutazione e lode

Il voto finale dell’esame di Terza Media dipenderà dalle valutazioni ottenute nelle prove scritte e nell’orale, nonché dal voto di ammissione. Il voto finale sarà la media tra il voto di ammissione la somma delle valutazioni ottenute nelle prove, arrotondato per eccesso nel caso di numeri decimali pari o superiori a 0,5. Per ottenere la lode, è necessario ottenere un voto complessivo di dieci e il consenso dei professori che compongono la commissione d’esame. La lode viene riservata agli studenti meritevoli che si sono distinti durante il percorso scolastico.

Nonostante le sfide incontrate a causa della pandemia, gli studenti affrontano l’esame di Terza Media con determinazione e impegno. Questo momento rappresenta una tappa importante nel loro percorso di crescita e preparazione per il futuro. La forza e la resilienza dimostrate dai ragazzi sono un segno tangibile della loro volontà di superare gli ostacoli e raggiungere i propri obiettivi. L’esame di Terza Media del 2023 segna un ritorno alle prove tradizionali, offrendo agli studenti l’opportunità di dimostrare le loro competenze in italiano, matematica, lingue straniere e nell’ambito del colloquio orale. Nonostante le incertezze, i ragazzi si preparano con determinazione e speranza, pronti a mostrare il loro impegno e dedizione durante questo importante passaggio nella loro vita scolastica. In bocca al lupo!

Renato Reggiani
Renato Reggiani
Romano, 41 anni di attività di ricerca e giornalistica, giornalista scientifico ed esperto di comunicazione ecosostenibile. Ho fondato Biopic “Smart Urban farming e UniversiNet.it, ho il cuore diviso tra l’Italia e l’Oriente dove ha studiato e lavorato a Dubai, Tokyo e Seul, ha studiato a Rotterdam con il programma Erasmus per imprenditori. Inventore e designer ho depositato due brevetti industriali. Ho fondato l’Associazione Frontiere della Comunicazione per insegnare il cinese si bambini delle scuole elementari italiane. Fulminato sulla via di San Francisco dalla Maker Faire, ho collaborato e curato l’area agricoltura digitale. Ho collaborato con la facoltà di Scienze della Comunicazione di Roma e il Politecnico di Milano facoltà di Architettura a Piacenza. Premiato a Copenaghen per la Corporate Social Responsibility, non ho ancora visto la sirenetta. Cambiare il mondo si può, un orto alla volta.

Read more

Local News