il mio primo esame dopo la maturita’

Era un tardo pomeriggio di Febbraio, in un piccolo stanzino, circondata da attenti testimoni, mi son ritrovata a svolgere il mio primo esame, dopo la maturità..
Era la prima prova che affrontavo dopo la maturità. Tutti mi hanno sempre detto che superata la maturità, sarei stata capace di affrontare anche psicologicamente qualunque altro esame. Eccomi invece, a tentare di ripetere tutto e di verificare la mia memoria. Ho imparato presto che ripetere immediatamente prima è inutile, come lo è agitarsi. Non avevo né fame né sete, non volevo nessuno intorno, non volevo sentire alcun commento (e di commenti se ne fanno). Volevo solo entrare in quella stanza, rispondere velocemente e bene a ciò che mi era chiesto e andarmene spensierata. Il problema era tutto lì, cosa mi avrebbe chiesto? Dopo le prime ore di attesa, di ansia e di terrore mi convinsi di aver studiato tutto e bene e di riuscire a presentarmi serena senza quell'aria da studentella impaurita. Il risultato? Un bel 30! Ho imparato la lezione.
Antonella Delle Noci