Laurea honoris causa ad Alfredo Santini. La cerimonia lunedi’ prossimo in Aula Magna

Stemma UNievrsità di Ferrara

UniversiNet.it – La motivazione parla chiaro: “tra i principali artefici della Facoltà di Economia di Ferrara, Alfredo Santini è indubbiamente una personalità di assoluta importanza nello sviluppo economico, sociale e culturale di Ferrara e di tutto il territorio. Nella sua lunga e felice attività dapprima alla Camera di Commercio, poi alla Fondazione e infine alla Cassa di Risparmio ha sempre sostenuto la crescita della nostra economia, facendosi portatore di una visione aperta dell’economia e nel contempo fortemente impregnata dei valori cristiani e civili della solidarietà.” Attento conoscitore d’arte, promotore di una vasta serie di pubblicazioni di alto pregio e di iniziative di assoluto valore che hanno permesso di qualificare il nostro territorio nella sua identità culturale Santini è sicuramente profondo conoscitore della realtà locale, a cui ha dedicato numerosi volumi di analisi economica. Sotto la sua presidenza la Cassa di Risparmio di Ferrara è diventata un attore fortemente attivo ed innovativo in campo nazionale. “Nelle sue diverse funzioni” prosegue la delibera della Facoltà di Economia “ tra cui spicca il prestigioso ruolo di Gentiluomo di Sua Santità ha sempre onorato il nome ed il ruolo della nostra comunità. Uomo di grande sensibilità culturale ed artistica ha contribuito in modo essenziale alla rinascita della città e della sua Università in particolare volendo fortemente la nascita e lo sviluppo della nuova Facoltà di Economia. “Davvero una grande soddisfazione” esclama sorridendo Santini “proprio perché viene dall’Ateneo della mia città che ho visto crescere e qualificarsi sempre più anno dopo anno. Ricordo quando molto tempo fa la Cassa di Risparmio di Ferrara finanziò con convinzione il corso di scienze bancarie voluto dal Prof. Ubertazzi. Una esperienza importante. Il mio rapporto con l’Università di Ferrara viene da lontano, sin da quando ero segretario della Camera di Commercio. Ricordo tutti gli ultimi rettori che si sono succeduti in via Savonarola, da Antonio Rossi, che espanse l’ateneo dal punto di vista urbanistico, a Dalpiaz, a Conconi ed ora Bianchi. Con tutti ho sempre avuto rapporti più che ottimi e non solo dettati da cortesia istituzionale”. “L’Università di Ferrara è oggi un punto di riferimento irrinunciabile per la città e per il territorio” continua Santini. E’ una istituzione che non è soltanto erogatrice di didattica e ricerca, ma è anche un punto di riferimento per tutti gli altri Enti cittadini. Oggi l’Università di Ferrara ha, sul territorio un ‘peso’ maggiore di quanto hanno per esempio Bologna o Padova nei loro territori. Senza contare il respiro internazionale che si è data in questi ultimi anni… Per questo devo dire che Bianchi ha dato un notevole impulso”. A chi gli chiede se è d’accordo con Prodi, quando ha affermato (proprio a Ferrara, in occasione dello IUSS day della scorsa settimana) che un certo provincialismo tutto italiano ha frenato gli effetti nefasti della crisi internazionale, Santini si dichiara d’accordo: “ Certo, piccolo è bello. Nel momento in cui c’e’ bisogno di dare una mano all’economia, le piccole banche sono più vicine al territorio”. “Ed è forse questo un mio difetto: quello di essere diciamo… un po’ provinciale. pur avendo girato il mondo ed ottenuto tanti riconoscimenti, quando sono via non vedo l’ora di tornare a Ferrara”. Ma questo, aggiungiamo noi, diventa piuttosto un pregio… CURRICULUM Alfredo Santini è nato a Copparo (FE) il 19/8/1934 e risiede a Ferrara, coniugato con tre figli e cinque nipoti è laureato in Scienze Politiche all’Università di Padova. E’ Revisore Contabile ed iscritto all’Ordine dei Giornalisti – Elenco Pubblicisti, dal 1978. E’ stato: Direttore dell’Unione Provinciale delle Cooperative e Mutue di Ferrara; Vice Segretario Generale dell’Ente Manifestazioni Ortofrutticole di Ferrara; Segretario Generale delle Camere di Commercio Industria Agricoltura Artigianato di Ferrara e di Ravenna; Segretario Generale della Fondazione Cassa di Risparmio di Ferrara. E’ stato uno degli estensori del piano economico-urbanistico del Comprensorio del Basso Ferrarese ed ha elaborato le relazioni economiche ai Piani Regolatori Generali di numerosi Comuni. E’ autore di articoli di carattere storico ed economico apparsi su varie riviste provinciali, regionali e nazionali, nonché di alcune pubblicazioni. E’ direttore responsabile della Rivista bilingue “Ferrara. Voci di una città”, edito in n. 25.000 copie. E’ socio dell’Accademia delle Scienze di Ferrara, della Deputazione di Storia Patria, della Ferrariae Decus e dell’Accademia Tiberina. Attualmente è Presidente della Cassa di Risparmio di Ferrara Spa. E’ Vice Presidente della Banca Popolare di Roma S.p.A. e di “Commercio e Finanza S.p.A.” di Napoli. E’ Presidente di Carife Broker Spa dal febbraio 2008. E’ membro del Collegio dei Revisori dell’Associazione Bancaria Italiana. E’ Consigliere dell’Associazione delle Casse di Risparmio Italiane e del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi. E’ Presidente UCID – Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti per la Provincia di Ferrara. Ha ottenuto il Premio alla Cultura assegnato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri nel 1975 e nel 1990 ed il “Premio Niccolini” nel 1979 per opere di carattere economico e giuridico. L’Associazione Stampa Ferrara gli ha assegnato il Premio Stampa nel 2000. Rotariano, è stato insignito del “Paul Harris Fellow” e della “Pietra Blu”. Nel gennaio 1994 il Santo Padre lo ha nominato Suo Gentiluomo chiamandolo a far parte della Famiglia Pontificia. E’ Cavaliere di Gran Croce al merito della Repubblica Italiana. E’ Gran Croce dell’Ordine Equestre di S. Gregorio Magno. Nel settembre 2003 il Comune di Copparo (Fe) gli ha conferito la cittadinanza onoraria. Nel 2005 gli viene tributato dalla Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Ferrara il “Riconoscimento S.Giorgio”.