il mio primo esame: storia del diritto romano

Luglio…fa caldo…gli amici sono tutti al mare. Io vivo in simbiosi con un libro, la cui copertina blu mi rimarrà impressa a vita. La mia scelta?
Luglio…fa caldo…gli amici sono tutti al mare. Io vivo in simbiosi con un libro, la cui copertina blu mi rimarrà impressa a vita. La mia scelta?
Giurisprudenza. L’esame? Storia del diritto romano. Materia fondamentale e interessante…ma non a luglio. La notte prima dell’esame emozioni forti e del tutto nuove, senso di inadeguatezza, rimorsi per non aver studiato di piu’…e poi c’è quell’argomento che non sopporto. E se mi chiedesse proprio quello? E’ il giorno del giudizio. Attendo il mio destino dietro una porta. Si apre. Nel caos qualcuno grida il mio nome. E’ il mio giudice, severo e impietoso. Quali domande usciranno dal suo cappello magico? La prima: rispondo. Il nodo alla gola lentamente si scioglie. La seconda: è il mio argomento preferito. La terza: ormai sono padrona della situazione e posso condurre il gioco. E’ finita. Ventotto! Fuori dall’aula c’è un cielo azzurro che apre i cuori, e il mio esplode di gioia. Ora so che il mondo può essere il più bello dei luoghi in cui vivere e che chiunque può sentirsi importante…anche se per un solo istante.
Alessandra Tedeschi