Pyongyang vuole cambiare la Costituzione per poter usare le armi atomiche contro il sud.

Share

Seoul –  Definire anche nella Costituzione di Pyongyang, la Sud Corea come “Il Nemico” per poter eventualmente usare le armi atomiche e non più come un popolo fratello da riunificare. Un cambiamento fondamentale nell’approccio della Corea del Nord verso il Sud, allontanandosi da qualsiasi nozione di riconciliazione o unificazione e adottando una posizione massimamente ostile e conflittuale. Questo cambiamento di politica ha implicazioni per la stabilità regionale e il futuro delle relazioni intercoreane.
La situazione tra la Corea del Nord e la Corea del Sud sta attraversando un momento di forte tensione, con la Corea del Nord che ha radicalmente cambiato la sua politica verso il Sud. Non considera più la Corea del Sud come un partner per la riconciliazione e l’unificazione, bensì come un “nemico principale“. Questo cambio di rotta ha portato alla ristrutturazione di organizzazioni governative nordcoreane che precedentemente si occupavano delle relazioni con il Sud. È probabile che il Dipartimento Fronte Unito del Partito dei Lavoratori di Corea, tradizionalmente responsabile per la raccolta di informazioni e gli sforzi propagandistici relativi al Sud, subisca una riduzione significativa dei suoi ruoli o venga addirittura sciolto.

Le relazioni tra Nord e Sud sono in stallo da tempo, con un’atmosfera di dialogo che esisteva nel 2018-2019 ormai scomparsa. Entrambi i paesi sono coinvolti in una corsa agli armamenti, con il Nord che ha aumentato la frequenza dei suoi test missilistici e ha fatto dello sviluppo di missili nucleari una parte centrale della sua strategia. Il governo conservatore del Presidente Yoon Suk-yeol in Corea del Sud mantiene una posizione rigida nei confronti del Nord e sottolinea l’importanza dell’alleanza con gli Stati Uniti. Il governo di Yoon ha proposto di fornire assistenza passo dopo passo al Nord a seconda dello stato della sua denuclearizzazione, una politica che Pyongyang ha respinto come “arrogante”.

La Corea del Nord ha eliminato il concetto di “un solo popolo” condiviso con la Corea del Sud dai suoi media, definendo il Sud come un’entità separata. Questo cambiamento significativo potrebbe giustificare l’uso di armi nucleari in futuri conflitti con Seoul. Il sito web di propaganda DPRK Today e altre piattaforme hanno rimosso le loro sezioni “riunificazione”. Il leader nordcoreano Kim Jong Un ha espresso l’intenzione di scartare l’idea di “un solo popolo” condivisa con il Sud, trattando le relazioni Nord-Sud come relazioni stato-stato. Questo cambiamento di terminologia e politica potrebbe implicare che la Corea del Nord potrebbe considerare l’uso delle sue armi nucleari contro la Corea del Sud.

 un cambiamento fondamentale nell’approccio della Corea del Nord verso il Sud, allontanandosi da qualsiasi nozione di riconciliazione o unificazione e adottando una posizione più ostile e conflittuale. Questo cambiamento di politica ha implicazioni per la stabilità regionale e il futuro delle relazioni intercoreane.

 
 
 
 
Renato Reggiani
Renato Reggiani
Romano, 41 anni di attività di ricerca e giornalistica, giornalista scientifico ed esperto di comunicazione ecosostenibile. Ho fondato Biopic “Smart Urban farming e UniversiNet.it, ho il cuore diviso tra l’Italia e l’Oriente dove ha studiato e lavorato a Dubai, Tokyo e Seul, ha studiato a Rotterdam con il programma Erasmus per imprenditori. Inventore e designer ho depositato due brevetti industriali. Ho fondato l’Associazione Frontiere della Comunicazione per insegnare il cinese si bambini delle scuole elementari italiane. Fulminato sulla via di San Francisco dalla Maker Faire, ho collaborato e curato l’area agricoltura digitale. Ho collaborato con la facoltà di Scienze della Comunicazione di Roma e il Politecnico di Milano facoltà di Architettura a Piacenza. Premiato a Copenaghen per la Corporate Social Responsibility, non ho ancora visto la sirenetta. Cambiare il mondo si può, un orto alla volta.

Read more

Local News